Via Giacomo Giorgi, 14 - 06125 Perugia

Alto riconoscimento dell’Unesco per il progetto Echogreen

Unesco

– COMUNICATO STAMPA –

La Fondazione Fabbroni, al lavoro per la terza edizione del festival dello sviluppo ecosostenibile nelle aree lacustri, che si terrà dal 18 al 20 settembre 2015.

Perugia, 27 dicembre 2013. Arriva in chiusura di questo 2014, la delibera della commissione nazionale italiana per l’Unesco che attesta il patrocinio per il festival Echogreen, promosso e organizzato dalla Fondazione Fabbroni.

“L’iniziativa, – scrive il prof. Giovanni Puglisi, Presidente UNESCO, – volta alla divulgazione dei valori legati alle tradizioni e ai saperi delle zone lacustri e al loro sviluppo eco-sostenibile, risulta in sintonia con i valori espressi dall’UNESCO”, complimentandosi per il lavoro svolto e per gli scopi e obiettivi individuati nel progetto.

La Fondazione Fabbroni, apre così un nuovo canale di dialogo importante dopo il Ministero dell’Ambiente, Expo 2015, Kyoto Club, e Touring Club Italia per un progetto che vuole ripensare le aree lacustri attraverso una riqualificazione ecosostenibile, valorizzando i siti culturali, le tradizioni e i saperi di questi luoghi.

Il Presidente della Fondazione, Arch. Fabrizio Fabbroni afferma: “Siamo orgogliosi di questi riconoscimenti alla Fondazione, che definiscono la validità del progetto e ci spingono a proseguire nella sua elaborazione con l’individuazione di nuovi percorsi di studio. Non è secondario per questo il rinnovato protocollo d’intesa con l’Istituto Italiano di Design di Perugia.”

Recente anche l’incontro con il direttore generale del MIBAC, nel quale si è avviato un dialogo sul fronte turismo in vista di una parte specifica del progetto a cui la Fondazione sta lavorando e che sarà presentata al festival 2015; e con il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, per affrontare il tema anteprima festival che si svolgerà a Perugia.

Il progetto Echogreen è nato nel 2012 e la prima edizione del festival è stata realizzata nel 2013. Nel 2014 è stato premiato dalla Conferenza Mondiale dei Laghi quale migliore progetto per strategie di partecipazione. Il territorio preso a campione è quello del Trasimeno, con cui la Fondazione Fabbroni ha un profondo legame.

“Gli attestati di fiducia che ci caricano di una grossa responsabilità. C’è un notevole interesse da parte delle istituzioni nazionali, interesse che favorisce nuove opportunità e che consente al progetto di crescere. – spiega Eleonora Fabbroni, ideatrice di echogreen e direttore della Fondazione Fabbroni – Più lente purtroppo le istituzioni locali, anche se assicurano sempre la massima collaborazione. Non mancano le imprese locali e nazionali che scelgono di collaborare con la Fondazione Fabbroni e di sostenere il progetto. A gennaio saremo pronti per lanciare 2 concorsi, aprire la call per coloro che vorranno presentare idee, studi, analisi e argomenti tematici nei workshop e seminari del festival, e avviare il crowdfunding.”

Appuntamento quindi a gennaio per scoprire alcune novità della nuova edizione del festival dello sviluppo ecosostenibile nelle aree lacustri.